La fotografia di Matrimonio

Il matrimonio è forse, all’interno della vita di una persona, il momento topico e probabilmente più carico di pathos. Raccontare quei momenti attraverso gli occhi di un fotoreporter, significa cogliere gli attimi, i momenti, le emozioni in maniera spontanea, elegante e discreta. Significa vivere quella giornata dal di dentro, non come spettatore, perchè solo in questo modo, si possono fissare nelle fotografie le sensazioni che gli sposi, i genitori, i parenti e gli amici provano in quei momenti. L’obiettivo della fotografia di matrimonio (o wedding) significa, quindi, lasciare traccia di quel che è stato, catturare momenti che nessun altro riesce a vedere e trasformarli per sempre in immagini che non dimenticherai mai.

Il racconto, i particolari, le emozioni, gli attimi, gli abbracci, gli sguardi, le lacrime di commozione, i sorrisi, i visi, i colori, ogni piccolo dettaglio, apparentemente insignificante, vengono, pertanto, fissati nel tempo attraverso il reportage della giornata. Immagini semplici, ma non banali, trasformeranno tutti gli attimi della giornata in ricordi, all’insegna della massima spontaneità.

Ecco perché quando si parla di fotografia di eventi non si può delegare al cugino o all’amico questa responsabilità, perché non ci sarà una seconda occasione!

Matrimonio e Reportage

Se ami la spontaneità nelle fotografie, se pensi che la naturalezza sia un elemento essenziale di un’immagine, non puoi che pensare al reportage, quale stile per documentare il tuo matrimonio. Il fotografo è il regista di questo film, gli sposi sono gli attori principali. Il fotografo seguirà gli sposi durante l’intera giornata, tuttavia in modo non invasivo; la sua presenza sarà costante, ma al tempo stesso discreta. Sarà una giornata indimenticabile di complicità e gioia finalizzata a raccontare una storia unica.

Sarà una storia unica

Il reportage di ogni matrimonio sarà assolutamente differente da ogni altro. Ciò perchè non essendoci “pose forzate”, non è possibile replicare alcun format. Tutto sarà all’insegna della spontaneità e di quello che accadrà nella giornata. E proprio questa spontaneità renderà il vostro matrimonio unico ed autentico. Ovviamente, nonostante si parli di matrimonio e reportage, non potranno mancare le foto “canoniche”, ovvero quelle con i genitori, con i testimoni, con i fratelli e con gli amici più intimi; anche queste, nei limiti del possibile, si cercherà di scattarle senza una posa precisa, ma in maniera assolutamente naturale. Tutto accadrà all’insegna della semplicità. E voi sposi sarete liberi di godervi il vostro giorno, senza dover seguire il fotografo alla ricerca dello scatto d’effetto!

Postproduzione

Una delle prerogative del reportage è saper creare una storia uniforme e coerente. Bisogna creare un racconto che sia il più possibile simile alla realtà, vista con gli occhi di chi scatta e raccontarlo con una visione coerente, ma al tempo stesso non monotona. Ecco che la postproduzione gioca un ruolo fondamentale. Non bisogna estremizzare i processi per rimanere il più possibile fedele alla realtà. Postproduzione non significa stravolgere le foto nè esasperare l’immagine per ottenere la foto d’effetto.  Serve, invece, a finalizzare le immagini, cioè a dare loro quel tocco necessario a guidare l’osservatore all’interno del racconto di quella giornata. L’alternanza di immagini a colori ed in bianco e nero crea dinamicità, la coerenza cromatica aiuta l’occhio dell’osservatore.

 

Perché quando avrai voglia di ripercorrere il film della tua vita e ti troverai da solo con i tuoi ricordi su carta e le tue immagini,

 ………….non dovrai mai pensare……. “potevano essere fatte meglio”

Ed ora ho pensato ad una cosa in esclusiva per te!

Fotografia di matrimonio - Wedding - Bonus servizio engagement